ALICE POSTMODERNA: UN PROGETTO MULTIPIATTAFORMA DI EDUCATION 2.0

L’idea
Proporre una lettura ‘annotata’ di Alice nel Paese delle Meraviglie, utilizzando le straordinarie intuizioni di Lewis Carroll per leggere la realtà contemporanea. L’attualità di Alice emerge ad ogni riga che Carroll le ha dedicato e basta pensare alle caratteristiche che la connotano per coglierne immediatamente l’attualità. Giovane, donna, mutante, curiosa, avventurosa, coraggiosa, riflessiva, è il vero emblema della trasformazione che ognuno di noi deve affrontare per affrontare le sfide che pone la crisi ormai conclamata del modello economico, sociale, politico, ma ancor prima cognitivo e culturale,  dominante in Occidente negli ultimi due secoli e codificato cento anni fa nei Principi dello scientific management da Frederick Taylor.

Alice Postmoderna come benchmark per l’Education 2.0

Alice Postmoderna  è  stato segnalato dall’Agenzia per l’Innovazione (Presidenza del Consiglio dei Ministri) come “unico vero spunto di riflessione costruttiva realizzato relativamente a talento individuale ed intelligenza collettiva” e viene  citato estesamente quanto proposto da Marco Minghetti alle pp. 17-18 del Portfolio inviato al Ministro Profumo, scaricabile dal sito dell’Agenzia.

Anche Linkiesta ha dato rilievo all’iniziativa: “Alice postmoderna”: un progetto 2.0 di intelligenza collettiva,di Linda Finardi – 6 luglio 2012

L’obiettivo
Sviluppare il tema della postmodernità di Alice attivando l’intelligenza collettiva di tutti gli interessati: specialisti di letteratura, sociologi, filosofi, semplici appassionati, giovani studenti e ricercatori.

Il metodo
Utilizzando le possibilità del web 2.0, sottoporre stimoli di riflessione su temi chiave della contemporaneità ai membri di una community multidisciplinare. È già stato raccolto molto materiale in una prima redazione. Grazie ai contributi della community, l’obiettivo è di procedere ad una seconda stesura molto più ricca di quella iniziale, nella convinzione che l’intelligenza collettiva è infinitamente più potente e creativa di quelle delle singole intelligenze che le danno vita. Il tutto darà vita ad una pubblicazione vera e propria, anche multimediale. Per inciso, questo metodo è già stato usato dallo stesso Carroll: fra il 1880 e il 1885 pubblicò periodicamente una serie di “nodi” matematici. Carroll invitava il suo pubblico di lettrici a scrivergli per dare le loro risposte ai nodi e, al termine della puntata successiva, pubblicava una sintesi delle loro risposte con i suoi commenti e la risposta esatta. Alla fine pubblicò in volume tutti questi materiali.

Il percorso multipiattaforma
Ogni settimana viene pubblicata sul blog di Nova 100 del Sole 24 Ore una nota a commento di un passo di Alice in Wonderland. In particolare, il piano editoriale prevede 12 note per ciascuno dei 12 capitoli di Alice in Wonderland, per un totale di 144 Note. Ogni Gruppo da 12 Note sarà collegato a uno dei seguenti temi chiave della contemporaneità:

  • Comunicazione 2.0 (Alice come Nativa Digitale)
  • Sensemaking
  • Innovazione e creatività (genius loci)
  • Modelli organizzativi
  • Leadership autoritaria e convocativa
  • Identità molteplice (Cloni e Mutanti)
  • Convivialità reale e virtuale (Spazio e tempo)
  • La rivoluzione di Internet
  • Education e Formazione
  • Cura e autenticità
  • Narrazione, Verità, Interpretazione
  • Etica e Responsabilità

In contemporanea, le Note vengono pubblicate e raccolte in maniera strutturata anche su una Pagina Facebook dedicata e qui vengono approfondite e discusse dalla Community. Alla pagina hanno già aderito non solo giovani brillanti, ma anche scrittori, giornalisti, docenti universitari, sociologi, filosofi, manager. Alice annotata è inoltre affiancata dalla Pagina Postmodern Alice, che propone le Note tradotte in inglese.

La Pagina è collegata ad un Gruppo Facebook  in cui la Community può sviscerare il tema più liberamente, anche aggiungendo nuovi filoni di discussione:

Il progetto nel Corso universitario di Humanistic Management
Il progetto fa parte integrante del Corso di Humanistic Management che Marco Minghetti tiene presso la facoltà di scienze della Comunicazione presso l’Università di Pavia.

Il laboratorio su Cineama.it
Un altro canale di interazione per Alice postmoderna è il laboratorio dedicato su Cineama.it. L’obiettivo è quello di coinvolgere la community di cineama.it nell’ideazione, sviluppo e realizzazione di un’opera audiovisiva che abbia nelle tematiche sviluppate attorno al progetto di Alice postmoderna le sue linee guida, lasciando che emergano dall’interazione e dalle discussioni le forme finali di quest’opera (da una serie di cortometraggi realizzati da vari filmmakers con diverse tecniche a operazioni di mash-up tra le diverse versioni di “Alice” proposte dalla cinematografia mondiale nel corso degli ultimi cent’anni, ad altre possibilità ispirate dai “cineamatori”).

Il Concorso del MAshRome Film Fest

Cineama.it eMAshRome Film Fest , uniti dal desiderio di esplorare le nuove forme di espressione artistica e dei linguaggi crossmediali, stringono una collaborazione che parte con la realizzazione di Alice postmodernale intuizioni di LewisCarroll come chiave di lettura della modernità, contest nato da un’idea di Marco Minghetti.

A partire dal 2012, cineama.it, la community on line nata per creare, produrre e distribuire film indipendenti, ha uno spazio all’interno del MAshRome Film Fest, il primo festival in Italia dedicato al Mashup cinematografico.

Verranno presentate le opere provenienti dalla community di cineama.it di artisti che si iscriveranno al contest e concorreranno al premio finale decretato da una giuria qualificata.

Il concorso si svolge in uno dei laboratori su cineama.it e consentirà ai partecipanti di presentare lavori che adotteranno la tecnica del mash up e del remix legato a diverse forme artistiche ed espressive. Le opere verranno valutate sia per la qualità artistica e comunicativa, che per la capacità di attivare forme di partecipazione e collaborazione alla base delle filosofie della piattaforma (crowdsourcing e crowdfunding).

Partecipare é semplice: basta entrare nel laboratorio dedicato al contest seguendo il link: http://cineamabeta.com/groups/alice-postmoderna/.

Altre partnership
Si stanno aggregando intorno al progetto organizzazioni interessate al progetto sia sotto il versante dei contenuti che del format. “Alice postmoderna” sta, infatti, suscitando l’attenzione di aziende e fondazioni interessate a sviluppare nuove modalità di Education 2.0 rivolte ai giovani talenti della Rete o a stakeholder importanti nel quadro delle loro politiche di CSR. Anche altri attori si stanno aggiungendo.

Chi fosse interessato a una partnership con il progetto può scrivere a minghetti.m@gmail.com.

Torna a Progetti

 
L'intelligenza collaborativa. Verso la social organization

L'intelligenza collaborativa. Verso la social organization

Il libro spiega come trasformare una organizzazione tradizionale in una social organization, fondata su processi orizzontali, community e strumenti di lavoro collaborativo. La Prima Parte descrive le fasi del passaggio strategico a modelli di management 2.0. La Seconda mostra l'evoluzione della funzione HR per adeguarsi alle logiche del lavoro collaborativo.Nella Terza sono presentati i principi  sui quali edificare i nuovi comportamenti diffusi. Ogni capitolo propone la testimonianza di Top Manager di realtà che hanno  anticipato il cambiamento. 
Vai ad acquistare  il libro
E' disponibile l'edizione internazionale in lingua inglese del volume sul sito di Cambridge Scholars
 
 
Racconti invernali da spiaggia
 
Ecco, finalmente, una narrazione che vive nell’ecosistema digitale, un wikiromance che fa dei nuovi strumenti interattivi di lettura il fulcro del suo raccontare.
Il luogo narrativo di Racconti invernali è il lungomare di Rimini, ritratto attraverso 118 instantanee, ciascuna integrata da un testo e un apparato mutimediale: “(pseudo) instagrammi” tratteggianti un mondo fantastico che dai luoghi reali si allontana a volte sideralmente. E che è solo il punto di partenza per i viaggi personali che ogni lettore farà al suo interno. 
Si consiglia la lettura orizzontale su Ipad per fruire al meglio dell'esperienza transmediale.
Vai ad acquistare l'ebook 
Nulla due volte in ebook
Da molto tempo esaurito nella sua forma cartacea, rinasce come ebook Nulla due volte, il libro scritto da Marco Minghetti nel 2006 intorno a 25 poesie del Premio Nobel Wislawa Szymborska, illustrato dalle foto di Fabiana Cutrano e arricchito dai commenti di 25 personalità del mondo della cultura e dell'economia. 
Ha scritto Francesca Mazzucato: "Un testo complesso per raccontare una società densa, variegata e stratificata come la nostra, proponendo attraverso le poesie e le magnifiche fotografie uno sviluppo enorme, vastissimo, di alcuni temi come convivialità, motivazione individuale e sviluppo delle relazioni interpersonali, gestione della conoscenza, diversità e creatività, sensemaking".
Vai all'ebook