La Comunicazione Interna  Agip

Divenuto  responsabile dei Rapporti con le Università (1990) prima e della Comunicazione interna poi (1992), avendo in entrambi i casi la possibilità di creare unità organizzative ex novo, ho cominciato a mettere in pratica le nuove idee che stavo maturando.

Fra le tante realizzazioni che hanno coinvolto circa 20.000 dipendenti in tutto il mondo, mi piace ricordare, oltre alla prima Intranet aziendale,  una collana di libri che Agip realizzava in coedizione con Sperling & Kupfer e Jaca Book: La Biblioteca Agip. Si tratta del primo tentativo nato in ambito imprenditoriale di rinnovare  la pionieristica esperienza delle Edizioni Comunità di Olivetti, di con-fondere autori specialisti in management con poeti e romanzieri di tutto il mondo, di sperimentare  quella “conversazione permanente tra passione e ragione che deve andare insieme alla ricerca di quanto vi è di buono nelle altre civiltà”, posta da Edgar Morin come priorità etica se si vuole guardare con serenità al futuro.

In questo quadro, ho firmato con Giorgio Del Mare Le cose e le parole, libro-inchiesta su prassi e strumenti per lo sviluppo della cultura d’impresa in venti multinazionali, e ho curato il volume miscellaneo La metamorfosi manageriale. Due testi che contengono già alcuni dei principi fondamentali dello Humanistic Management.

Da ricordare infine l’idea di affidare a Hugo Pratt la celebrazione  dei settant’anni dell’azienda  tramite la realizzazione di una “storia a fumetti dell’Agip”. L’opera avrebbe dovuto essere pubblicata a puntate sul NIA, rivista interna  della società e poi raccolta in volume.  Una storia dal titolo provvisorio… ”Storia di uomini a sei zampe”, che doveva comprendere una serie di episodi ispirati a fatti veri o semplicemente immaginati dall’autore sullo spirito avventuroso e internazionale della società Agip.  Il 20 agosto del 1995 Pratt muore, di questo suo ultimo lavoro riuscì a realizzare solo alcune tavole preparatorie, alcune a colori altre in forma di schizzo e in bianco e nero. Nel settembre del 1996, per celebrare la nuova versione del NIA, decido di dedicare la copertina a Hugo Pratt e di allegare al suo interno le poche tavole che lui era riuscito a realizzare.

L’illustrazione di Luigi Serafini è tratta da Le Aziende InVisibili, di Marco Minghetti & The Living Mutants Society, Libri Scheiwiller, 2008.

Torna a Chi sono

L'intelligenza collaborativa. Verso la social organization

L'intelligenza collaborativa. Verso la social organization

Il libro spiega come trasformare una organizzazione tradizionale in una social organization, fondata su processi orizzontali, community e strumenti di lavoro collaborativo. La Prima Parte descrive le fasi del passaggio strategico a modelli di management 2.0. La Seconda mostra l'evoluzione della funzione HR per adeguarsi alle logiche del lavoro collaborativo.Nella Terza sono presentati i principi  sui quali edificare i nuovi comportamenti diffusi. Ogni capitolo propone la testimonianza di Top Manager di realtà che hanno  anticipato il cambiamento. 
Vai ad acquistare  il libro
E' disponibile l'edizione internazionale in lingua inglese del volume sul sito di Cambridge Scholars
 
 
Racconti invernali da spiaggia
 
Ecco, finalmente, una narrazione che vive nell’ecosistema digitale, un wikiromance che fa dei nuovi strumenti interattivi di lettura il fulcro del suo raccontare.
Il luogo narrativo di Racconti invernali è il lungomare di Rimini, ritratto attraverso 118 instantanee, ciascuna integrata da un testo e un apparato mutimediale: “(pseudo) instagrammi” tratteggianti un mondo fantastico che dai luoghi reali si allontana a volte sideralmente. E che è solo il punto di partenza per i viaggi personali che ogni lettore farà al suo interno. 
Si consiglia la lettura orizzontale su Ipad per fruire al meglio dell'esperienza transmediale.
Vai ad acquistare l'ebook 
Nulla due volte in ebook
Da molto tempo esaurito nella sua forma cartacea, rinasce come ebook Nulla due volte, il libro scritto da Marco Minghetti nel 2006 intorno a 25 poesie del Premio Nobel Wislawa Szymborska, illustrato dalle foto di Fabiana Cutrano e arricchito dai commenti di 25 personalità del mondo della cultura e dell'economia. 
Ha scritto Francesca Mazzucato: "Un testo complesso per raccontare una società densa, variegata e stratificata come la nostra, proponendo attraverso le poesie e le magnifiche fotografie uno sviluppo enorme, vastissimo, di alcuni temi come convivialità, motivazione individuale e sviluppo delle relazioni interpersonali, gestione della conoscenza, diversità e creatività, sensemaking".
Vai all'ebook